Cyril + Roberta – Intimate Wedding in the Garden

Tante, troppe cose andrebbero dette sul matrimonio in giardino a Villa Baia dei Cesari di Cyril e Roberta.

Il rischio è quello di finire per elogiare tutto l'aspetto visivo dell'intera giornata, scrivendo di quanto fossero belli gli allestimenti, l'atmosfera, il paesaggio, la location, le decorazioni, i fiori.

Ma c'è molto altro, se ho amato il loro matrimonio lo devo soprattutto a loro due, alle loro famiglie, ai loro invitati, amici e parenti. Perchè sono delle persone speciali, sincere, oneste. Valori che considero importanti, che considero fondamentali nei rapporti con le persone. E loro lo sono davvero, senza maschere, senza mode, senza scelte fatte perchè sono "di tendenza".

Hanno voluto una festa che potesse connettere tutti, avvicinarli, e ci sono riusciti con poche semplici mosse. Qualche lucina, un bel giardino, pochi fronzoli e una cena con un'unica premessa: "sentitevi liberi, liberi di festeggiare, di mangiare quello che volete e quanto ne volete, ma non sprecate nulla".

Italia, Francia, Belgio, piccoli pezzi di mondo, uniti sotto lo stesso cielo, cantando la stessa canzone e ballando la stessa danza.

READ IN ENGLISH

Many, too many things should be said about the wedding in Villa Baia dei Cesari's garden of Cyril and Roberta.

The risk is to end up praising the whole visual aspect of the whole day, writing about how beautiful were the settings, the atmosphere, the landscape, the location, the decorations, the flowers.

But there is much more, if I loved their wedding I owe it above all to them, to their families, to their guests, friends and relatives. Because they are special, truly, honest people. Values ​​that I consider important, fundamental in human relationships. And they really are so, without masks, without fashions, without choices made because they are "trendy".

They wanted a party that could connect everyone, bring them close to each other, and they did it with just a few simple steps. Small lights, a beautiful garden, a few frills and a dinner with a single premise: "feel free, free to celebrate, to eat what you want and how much you want, but do not waste anything".

Italy, France, Belgium, small pieces of the world, together under the same sky, singing the same song and dancing the same dance.

LEGGI IN ITALIANO