Engagement Session, la paura della “Anteprima”

Engagement Session: odi et amo, c'è chi ne ha una paura folle e chi invece non ne conosce l'esistenza o la possibilità, ma tutte le coppie sottovalutano l'aspetto più importante di questa variante del mio lavoro di fotografo, ovvero la sua utilità.

Perchè per quanto mi riguarda, non c'è solo il giorno del matrimonio da spendere insieme, potrebbe esserci molto altro. Il mio spesso è un lavoro complicato, perchè si basa soprattutto sul rapporto umano e sulla fiducia, e io spesso, quasi nella totalità delle situazioni in cui mi trovo, cerco di anteporre questi fattori a tutto il resto, nella mia ricerca fotografica c'è questo, c'è la fiducia reciproca e l'abbattimento totale (o parziale) del "muro" che inizialmente c'è tra il fotografo e i soggetti fotografati. Per questo motivo ad esempio, durante la fase di preparazione di una sposa, mi ritrovo in casa o in location con largo, larghissimo anticipo, solo per esserci, per capire chi ho di fronte, per scambiare due chiacchiere, per abituare le persone alla mia presenza e al mio modo di lavorare.

luigireccia_photographer-engagement-session-napoli

Sempre più coppie che ricevo a colloquio inaugurano il discorso con la frase "non vogliamo l'anteprima, assolutamente". E posso anche starci se è una cosa che non interessa, ma la quasi totalità non ha esattamente idea di cosa stia parlando. Questo a causa di una "cattiva fama" che la cosiddetta "anteprima" ha conquistato nel corso degli ultimi anni, con fotografie in spiaggia, ai maneggi, volti sfumati nel cielo, pose plastiche, e tantissimi altri elementi che non appartengono alla MIA fotografia.

Inizio col fare una domanda diretta: per qual motivo dovrei realizzare un tipo di servizio diametralmente opposto a quello che svolgo durante il matrimonio? Perchè una coppia che viene da me e SA con certezza che sono una persona discreta, dovrebbe pensare che nel caso di una anteprima io mi trasformi in una specie di Carlo Vanzina con la macchina fotografica?

Non è così, svolgo questo tipo di servizio esattamente come svolgo quello del matrimonio, confrontandomi con la coppia, parlando, instaurando un rapporto, cercando di rispettare innanzitutto la personalità di chi sto fotografando e poi la mia di fotografo. 

Quello che cerco di far capire è in verità ci sono molti più benefici di quanto crediate, in una engagement session.

luigireccia_photographer-engagement-session-napoli
luigireccia_photographer-engagement-session-napoli

Innanzitutto il beneficio più grande è che è un'ottima occasione per conoscerci: non c'è niente di meglio per un fotografo che conoscere i suoi soggetti semplicemente fotografandoli. Non è semplice piombare nella vita delle persone in una giornata delicata come quella del matrimonio e riuscire a tirare fuori un reportage onesto e che rispecchi la personalità degli sposi.

Perchè io lavoro su questo, lavoro sul racconto del vostro giorno, non su una versione romanzata e patinata. Mi occorre capire cosa state provando, quali sono i vostri sentimenti in quell'istante, e come interpretarli e tirarli fuori dalle mie foto.

L'Engagement Session è uno strumento utile anche a capire come fotografarvi, come riprendervi, a capire come vi muovete o come interagite tra di voi. Inoltre va presa con molta più leggerezza, perchè non ci sono pressioni, non c'è la pressione del matrimonio, degli invitati, del ricevimento, degli antipasti, dei fiori che non sono troppo freschi, dello zio che si è innervosito, degli amici che chissà se si stanno divertendo, è un momento unico e soprattutto solo vostro.

Ultimo e non meno importante, è un altro modo per raccontare di voi e per avere delle fotografie. Che poi è il mio scopo principale, scattare fotografie.

Future coppie, chiedetemi di cosa si tratta quando parliamo di anteprima o engagement session, che forse non avete proprio le idee chiare!

Prendete esempio da Ettore e Maria, che vedete ritratti in questo articolo: fatevi fotografare, farsi fotografare è bellissimo!

luigireccia_photographer-engagement-session-napoli